Skip to main content

Value Bet – Le scommesse di Valore

Value Bet LogoSe sei appassionato di gioco avrai sicuramente già sentito parlare di scommesse di valore (value bet). Si parla anche di quote di valore. Ogni scommettitore che è riuscito a comprendere il meccanismo delle puntate vincenti è continuamente in caccia alle value bet perché sa che anche poche frazioni di differenza possono essere fondamentali per accrescere il proprio profitto. Ti spieghiamo cosa significa, come trovarle e tutto quello che devi sapere su di loro.

Cosa sono le value bet?

Andiamo a vedere cosa sono le value bet. Il termine “value bet” inglese si lascia tradurre con “valore aggiunto”. Le quote che si vedono nei vari bookmaker si calcolano in base a valori inseriti dagli esperti di scommesse in dei software specifici, che prendono in considerazione tutti i fattori che possano influenzare il risultato finale di un match (nel caso delle scommesse live un pronostico in tempo reale).

formula calcolo value

Formula calcolo value.

La value bet allora è nient’altro che una quota il cui valore è superiore a quello che dovrebbe avere in relazione alla reale probabilità di uscita. I bookmaker sono esperti nel mestiere ma a volte anche loro possono fare calcoli sbagliati. Il giocatore esperto deve avere la perspicacia di capire quando si trova di fronte a una value e di piazzare la puntata giusta su quel match per aumentare la propria vincita.

Perché le value bet sono importanti?

In principio, ogni bookmaker ha l’obiettivo di vincere quanto più gli riesce e di perdere il meno possibile. A sua volta, ogni scommettitore perseguita lo stesso scopo. Il compito dei bookmaker è naturalmente molto più semplice perché sono loro a determinare le quote ciò gli permette di darle così che in ogni caso c’è abbastanza margine per incassare qualcosa.

Nonostante questo, si trovano sempre delle giocate dove il bookmaker ha fatto male i conti. Il giocatore ambizioso dovrebbe trovare il maggior numero possibile di queste value bet per aggiudicarsi un profitto superiore. Chi riesce a capire quando si sta di fronte a una reale value può sfruttare un certo numero di queste quote alla fine avrà successo tangibile nel suo personale bilancio delle scommesse.

Un esempio di value bet

Qui ti spiegheremo brevemente il concetto nel betting non sportivo: immaginiamo di giocare alla roulette senza la possibilità di puntare sullo zero verde. In questo caso le chance sono 50/50 tra verde e rosso, vuol dire una quota di 2,0. Scommettendo cento volte sul rosso e calcolando le probabilità di vincita, quasi sicuramente saresti uscito dalla giocata alla pari. A lungo termine non c’è una concreta probabilità di vincere. Per il casinò vale la stessa cosa. In realtà c’entra in gioco il colore verde, che è a favore del casinò.

dichiarazione value bet

Grafica: dichiarazione value bet.

Come funziona nelle scommesse sportive?

Le cose sono simili nelle scommesse sportive. Il bookmaker fa il suo pronostico e calcola sopra un margine di guadagno di 2,0 in modo tale che la quota alla fine ha un valore inferiore al 2,0. A lungo termine questo non è lucrativo per chi fa le sue giocate da lui. Con una value bet la quota nell’esempio sopra avrebbe un valore al di sopra dei 2,0 perché il bookmaker ha calcolato male le probabilità.

Andiamo a vedere invece un esempio dal calcio che anche qui è lo sport più popolare. Per identificare una value bet bisogna utilizzare la seguente formula:

  • value bet ➡️ quota x % probabilità/100 = maggiore di 1
  • value bet falsa ➡️ quota x % probabilità = minore di 1

Come sappiamo le quote sono un’espressione in percentuali della probabilità che il risultato di una partita di calcio si verifichi. Esse sono stabilite dal bookmaker secondo le sue teorie e i suoi calcoli, ma a volte può capitare che non rispecchino interamente la realtà. Anche gli allibratori possono infatti commettere qualche passo falso oppure che i nostri calcoli semplicemente risultino differenti. Quando questo gap è significativo, allora siamo di fronte ad una value bet.

Comprendere in profondità le value bet

Con una value bet, le percentuali che abbiamo di vincere sono significativamente maggiori di quelle date dal sito di scommesse online. Trovare una quota di questo tipo non è però così semplice: servono tempo, dedizione e competenze personali per sviluppare delle strategie proprie di ricerca. Queste ultime sono infatti essenziali per fare delle stime verosimili e sfruttare così le value bet online. Che la valutazione personale differisca di un po’ da quella dell’allibratore non è sufficiente. Lo scarto deve essere di una certa consistenza perché la convenienza sia concreta.

[ninja_tables id=”460″]

In pratica, si tratta di moltiplicare la quota data dal bookmaker per la percentuale che rappresenta la reale probabilità che esca un risultato. Il tutto va quindi diviso per 100. Se questo calcolo restituisce una cifra maggiore di 1 allora siamo di fronte a una value bet, altrimenti no. Prendiamo ad esempio una formazione data vincente con quota 2.50. Allora questo significa che la possibilità che tale team vinca è stata valutata dall’operatore al 40% (2.50/100).

Secondo gli ultimi risultati della squadra di calcio e magari in seguito ad un infortunio di un giocatore chiave della formazione avversaria noi crediamo invece che sia più ragionevole dire che quel club ha il 45% di probabilità di raccogliere i 3 punti. Per capire si tratta di una value bet, il calcolo da fare sarà quindi: (2.50*45) / 100. Il risultato è 1.12: ciò ci permette di parlare di value bet, perché la cifra è maggiore di uno. Per capirne l’ammontare, è sufficiente servirsi della formula qui sotto. Nell’esempio avremo quindi un valore di 12.50, frutto dell’operazione (2.50*45) – 100.

Come calcolare da solo le probabilità di vittoria

Una premessa: non si può calcolare un valore senza fare una stima della quota. La vera sfida nella identificazione del valore di una giocata sta proprio in questa stima. Infatti, non è semplice e ci vuole buon fiuto e maestria nel betting. Ancora prima di aver visto le quote dei bookmaker sulle partite che ti interessano devi fare una stima sul team vincente/perdente. Dopo di che dai un’occhiata alle quote dei bookie. Utilizza la seguente formula:

valore in percentuale = ((1/quota prevista da te) – (1/quota del bookmaker)) x100

Il risultato del calcolo è la percentuale del valore. Importante: solamente quando si piazza nella zona sotto lo zero! Se dovessi ottenere una percentuale positiva, la quota sta sotto le tue previsioni e in questo caso dovresti valutare bene la tua giocata perché significa che non è una value bet.

Come trovare le value bet e calcolarle da solo?

Non esistono siti online dove trovare le value bet servite su un piatto d’argento. Esistono però delle strategie per individuarle. Dovresti fare una comparazione tra le quote per trovare la value bet. Qualora un operatore di scommesse dovesse dare delle quote su una partita della Bundesliga o la Premier League più favorevoli rispetto a quelle della concorrenza, questo è un chiaro segno di value bet.

Fatto ciò, ti consigliamo comunque di stimare prima da solo le probabilità di guadagno in maniera tale da analizzare bene la situazione reale. Potresti prendere in considerazione le statistiche e le informazioni di fondo in circolazione. Proprio questo fanno anche i bookmaker prima di un evento. Non dimenticare di includere nella stima il margine di guadagno.

Se devi calcolare la quota in una partita di calcio con tre possibili esiti (vincita/perdita/pareggio), devi usare la seguente formula:

  • squadra 1 favorita: 60%;
  • probabilità pareggio: 30%
  • squadra 2 sfavorita: 10%

Le quote si calcolano con la formula: 1/probabilità vincita in una puntata su un evento sportivo a due possibili esiti (vincita/perdita):

  • quota vittoria della squadra favorita = 1/0,6= 1,66;
  • quota pareggio=1/0,3=3,33;
  • quota vittoria della squadra sfavorita: 1/0,1=10;

Se la quota del bookmaker è molto più alta rispetto alla quota reale si ha sicuramente a che fare con una value bet!

Possibili difficoltà nel calcolo matematico delle value bet

Il problema principale è sicuramente la stima delle quote. Non esiste una metodologia obiettiva per calcolare le quote. Sia il bookie che il giocatore hanno a disposizione solo statistiche e informazioni generali e devono fare le loro stime in base a queste Informazioni. Il fattore soggettivo può naturalmente portare ad errori.

Potrebbe essere che non hai azzeccato e non si tratta affatto di una scommessa di valore. Ti possiamo però rassicurare: quanta più esperienza di scommesse raccogli, tanto più saranno vere le tue quote.

Cinque consigli importanti per le scommesse di valore

Prenditi il tempo necessario per cercare le scommesse veramente di valore. Non precipitarti prima di accertarti che ne vale effettivamente la pena.

Compara i prognostici dei bookmaker. Fai una comparazione tra diversi operatori ed eventi dove le quote sono convincenti. La media delle vincite pagate effettivamente da un operatore aiuta a farsi un’opinione sul livello delle sue quote. I migliori bookie pagano tra i 90 ed i 97% delle somme puntate su tutti gli eventi nel palinsesto che incassano sotto forma di vincite.

I conti giocatore da diversi operatori: per poter giocare in ogni momento e avere le quote migliori devi disporre di un conto giocatore da ciascuno di loro. Comunque, non più di tre o quattro perché altrimenti rischi di non poter seguire le proprie giocate e di scommettere eccessivamente.

L’analisi è importante. Anche una puntata di valore deve essere analizzata come tutte le altre. Probabilmente qui è ancora più decisivo valutare bene l’effettivo vantaggio di questa scommessa.

Conoscere le classifiche in una lega non molto popolare è un’arma vincente nelle scommesse value bet. Così sarai in grado di stimare le quote persino meglio dai bookmaker!

Dove si nascondono i rischi nelle scommesse di valore?

In linea di massimo sono meno rischiose rispetto alle scommesse sulle favorite. Visto che le quote sono nettamente più lucrative uno potrebbe scommettere somme minori e ottenere delle vincite soddisfacenti. Il rischio maggiore è quello di fare una stima sbagliata e di scoprire alla fine che non si trattava affatto di una scommessa di valore. Dipende sempre dal fiuto giusto dello scommettitore

Anche se si trattasse di una scommessa di valore non è detto che alla fine si vince. In parte si tratta addirittura di scommesse sulle sfavorite. Per questo motivo ti consigliamo di piazzare le value bet sempre come singola scommessa per contenere i rischi. Se segui il nostro consiglio la tua strategia sarà in ogni caso vincente.

Altre vie di successo per vincere di più

Purtroppo, dobbiamo essere onesti e toglierti l’illusione che esistono modi sicuri di vincita. La fortuna ha il suo ruolo importante in questi casi e i risultati delle partite non sono mai certi. Con le analisi giuste puoi però dare una spinta alla tua fortuna. Senza fare promesse, possiamo comunque confermarti che abbiamo fatto un’esperienza molto positiva con le scommesse live sulle squadre favorite. In particolare, quando durante la partita i favoriti sono in svantaggio. In queste situazioni le quote diventano nettamente migliori in confronto all’inizio partita. Non di rado la favorita riesce a battere comunque l’avversario.

Riassunto:

Le value bet dovrebbero essere tra gli obiettivi di ogni scommettitore. Capire quando piazzare una puntata con quote nettamente favorevoli ti porterà sicuramente non pochi euro in più dalle tue giocate. Bisogna comunque tener presente che una quota alta non significa automaticamente una scommessa di valore. Non è affatto facile trovare e riconoscere simili opportunità. Presupposti per fiutarle sono sufficiente esperienza nel gioco, comparazione attenta delle quote e analisi approfondita delle singole partite. Il tempo investito potrebbe avere un buon ritorno: chi investe in giocate di valore potrà beneficiare a lunga andata e vedere i risultati concreti sul proprio bilancio delle scommesse.

Domande e risposte:

Cosa sono le value bet?

La giocata su un evento sul quale le quote non sono perfettamente allineate alle reali probabilità che quella previsione si verifichi. Si basano sugli errori die bookmaker nel calcolo delle quote e sono molto amate dagli scommettitori

Come si riconosce una scommessa di valore?

Ci vuole un po’ di esperienza nel betting per trovare e riconoscere le quote buone da quelle cattive. Fare un confronto tra bookmaker ha sicuramente senso. Ti consigliamo di stimare da solo le quote e poi di fare una comparazione tra il tuo pronostico e quello dei bookie.

Ci sono siti scommesse specializzati in value bet?

No, non ci sono particolari siti di scommesse per le value bet. Da giocatore devi controllare le quote che offrono gli operatori e valutare se sono scommesse di valore.

È possibile calcolarle?

Per fare un calcolo bisogna prima capire come funzionano. Non esiste una formula che si possa applicare senza una componente soggettiva come la stima delle probabilità. Una delle strategie vincenti: mettere a confronto le quote per scoprire se si tratta di una vera value bet oppure non ne vale la pena puntare neanche un euro. Se dovessi ottenere un risultato sotto lo zero, potresti stare certo che si tratti di una value bet. Il risultato esprime la differenza tra la tua stima e la stima del bookmaker. Ricapitoliamo qui la formula:

valore = ((1/quota prevista da te) – (1/quota del bookmaker)) x100

Conviene cercare delle value bet?

Il nostro consiglio è: la strategia di trovare le value bet è assolutamente una formula di successo! Giocare secondo i calcoli. Lo scommettitore che riesce a includere nella sua strategia di gioco le value bet alla fine guadagna più soldi. Le vincite sono nettamente il tuo successo si misura nel bonus cospicuo sul tuo conto.

Ci sono dei rischi?

La risposta è facile: le scommesse di valore sono esattamente tanto rischiose quanto ogni altra puntata.